SERATA FINALE MAGNA GRAECIA FILM FESTIVAL: I VINCITORI

Il Magna Graecia Film Festival si chiude all’insegna del grande cinema italiano e di grandi autori di cui sentiremo sicuramente parlare.
A vincere le ambite statuette sono stati:
MIGLIORE OPERA PRIMA: LA-BAS di Guido Lombardi.
MIGLIORE ATTORE: CLAUDIO SANTAMARIA per Gli Sfiorati e I primi della lista.
MIGLIORE ATTRICE: ex aequo per GRETA SCARANO in Qualche nuvola e GIULIA BEVILACQUA in 100 Metri dal Paradiso.
MIGLIOR REGIA: FRANCESCO BRUNI per Scialla.
MIGLIOR SCENEGGIATURA: I PRIMI DELLA LISTA (Davide Lantieri, Roan Johnson con la Collaborazione di Renzo Lulli e la materna supervisione di Francesco Bruni).
PREMIO SPERIMENTAZIONE STILISTICA, IDEATO QUEST’ANNO DA UGO GREGORETTI: MISSIONE DI PACE.
MENZIONE SPECIALE DELLA GIURIA: AMARO AMORE DI FRANCESCO HENDERSON PEPE.
Il premio per la Migliore Opera Prima è stato intitolato a Luciana Papaleo.
La IX edizione del Magna Graecia Film Festival si è conclusa con un gran successo di pubblico ed un’eccellente collaborazione da parte dell’amministrazione e degli imprenditori locali.
La serata finale si è aperta con la proiezione del documentario realizzato da Giuseppe Rachetta PASSAGGI SEGRETI (Catanzaro sotterranea) e del corto VITE di Salvatore Chiarella.
A seguire, Mario Venuti ha deliziato il pubblico con la sua perfomance musicale.
Splendida la madrina del Festival, Anna Falchi, che ha presentato la serata insieme al direttore artistico Gianvito Casadonte.
La IX edizione del Magna Graecia Film Festival non ha deluso le aspettative. La kermesse dedicata alle opere prime, realizzata da giovani sognatori per i maestri del cinema del futuro, ha regalato tante emozioni.

Leave a Reply

Your e-mail address will not be published.