OGR: UNA SCUOLA PER FARE GLI ITALIANI. IL 25 E 26 SETTEMBRE DUE GIORNATE CONTRO IL BULLISMO E LE MAFIE

Il 25 e il 26 settembre, Fare gli italiani, la grande mostra che racconta la nostra storia, offre uno spettacolo, un documentario e due dibattiti per ragionare su cosa è la legalità, su come sostenerla, su cosa significa essere cittadini. Una proposta riservata alle scuole, che nelle ultime settimane di apertura della mostra avranno la possibilità di approfittare di un’offerta interessante: per tutte le classi prenotate entro il 30 settembre, due ragazzi pagano il biglietto, il terzo entra gratis.

 

La prima mattinata (25 settembre) è stata pensata apposta per i ragazzi del secondo ciclo delle elementari e delle scuole medie inferiori, e sarà riservata ai temi del bullismo e della mafia. In programma, lo spettacolo Per questo!, dedicato alla figura di Giovanni Falcone, il giudice assassinato il 23 maggio 1992. Subito dopo, visita alla mostra Fare gli italiani, con l’approfondimento della sezione dedicate alla scuola e di quella che racconta la lotta alle mafie. Per chiudere, dibattito con il giudice Giancarlo Girolami, presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati Sezione Piemonte e Valle d’Aosta, e con Monica Banzato, avvocato familiarista.

 

La seconda mattinata (26 settembre), destinata a un pubblico di studenti delle scuole superiori, sarà incentrata su un tema strettamente connesso alla crisi che in questi mesi attanaglia la nostra economia, condizionando sempre più le nostre vite: il sovraindebitamento, cui è anche connessa la piaga dell’usura. Dopo la proiezione del documentario Vite da recupero, di Enrico Verra, visita all’Isola della scuola e a quella dei Consumi di Fare gli italiani. A chiusura della giornata, un incontro con Tullio Ponso, presidente dell’Osservatorio sull’usura del Consiglio regionale, Enrico Verra, regista, e Marco Bobbio, autore del libro Vivere a rate, dedicato al dramma del sovraindebitamento e dell’usura.

 

Per le classi partecipanti all’iniziativa, l’ingresso alla mostra sarà, in via del tutto eccezionale, gratuito. In omaggio, inoltre, i dvd dell’Istituto Luce con i filmati proiettati all’interno della mostra.

 

 

PROGRAMMA


Martedì 25 settembre, ore 9.30

Gli studenti delle scuole medie e degli ultimi due anni delle elementari sono invitati ad assistere allo spettacolo:

Per questo!

Spettacolo tratto dal libro “Per questo mi chiamo Giovanni” di L. Garlando

Di Lucio Diana, Eleonora Mino, Davide Viano

Con Eleonora Mino

Collaborazione alla messa in scena: Roberta Triggiani

Luci e scene: Lucio Diana
Giovanna è una bambina di Palermo. Dopo un episodio di bullismo capitato ad un compagno di scuola, il suo papà decide che è arrivato il momento di regalarle una giornata speciale, da trascorrere insieme. Per raccontarle la storia di un certo Giovanni.

Attraverso le parole delicate della narrazione, incontreremo padre e figlia che esplorano Palermo, e la storia di Giovanni Falcone e del pool anti-mafia. La vita del Giudice si intreccerà con la storia personale della bambina e del suo papà. Giovanna scoprirà cos’è la mafia e che la mafia esiste anche a scuola, nelle piccole prepotenze dei compagni di classe, ed è una nemica da combattere subito, senza aspettare di diventare grandi.

 

Lo spettacolo è nato all’interno del progetto “IN VIAGGIO… CON GIOVANNI”, un insieme di eventi che si pongono come obiettivo primario quello di parlare alle nuove generazioni di LEGALITA’. Nato da un’idea di Eleonora Mino, Co-Direttore Artistico della Compagnia Bonaventura, avvocato e operatrice culturale torinese, il Progetto ha ricevuto la Medaglia del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e ha come Madrina la Professoressa Maria Falcone, sorella del Giudice.

 

A seguire, visita all’Isola della Scuola e all’Isola delle mafie, le sezioni della mostra Fare gli italiani dedicate all’istruzione e alla lotta alla criminalità organizzata.

 

 

Al termine della mattinata:

A scuola di legalità

Dibattito sul bullismo e sulla mafia.

Intervengono: Giancarlo Girolami, giudice, presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati Sezione Piemonte e Valle d’Aosta, e Monica Banzato, avvocato familiarista (Famiglie e Minori).

 

 

 

Mercoledì 26 settembre, ore 9.30

La giornata, dedicata agli studenti delle scuole superiori, comincia con il documentario:

Vite da recupero

Documentario di Enrico Verra

 

Un viaggio nel mondo delle agenzie di prestito e di recupero crediti, per indagare la realtà  del sovra indebitamento – con tutti i rischi che la questione comporta, primo tra tutti l’usura – e per riflettere sulla necessità di un consumo responsabile. Autore e regista del documentario è Enrico Verra. Nel suo racconto, la partita che si gioca quotidianamente  fra i recuperatori e gli insolventi. I primi inseguono i secondi, i quali, talvolta, scappano tentando di non  pagare, spesso a causa dell’attuale crisi economica.

 

A seguire, visita all’Isola della Scuola e all’Isola dei consumi, le sezioni della mostra Fare gli italiani dedicate all’istruzione e al boom economico degli anni ’50 e ’60.

 

Al termine della mattinata:

Il consumo responsabile contro il sovraindebitamento e l’usura

Dibattito con Tullio Ponso, presidente dell’Osservatorio sull’usura del Consiglio regionale, Enrico Verra, regista, Marco Bobbio, autore del libro Vivere a rate, dedicato al dramma dell’indebitamento e dell’usura.

 

 

 

 

Officine Grandi Riparazioni

Corso Castelfidardo 22, Torino

 

 

ORARI DI APERTURA MOSTRE “FARE GLI ITALIANI” E “VOLARE!”

Dal martedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 18.00

Sabato e domenica, dalle ore 10.00 alle ore 20.00

Lunedì chiuso

www.officinegrandiriparazioni.it

Leave a Reply

Your e-mail address will not be published.